E se la mente si potesse addestrare?

La mente. Cosa c’è di più affascinante e terrificante di esplorare la mente dell’uomo? Swami Veda Bharati usa un esempio calzante, che è quello che da il titolo al libro: la mente è come un cucciolo di cane. Per esplorata in profondità la devi addestrare.

Devi fare in modo che quando le dici: “stai ferma” si fermi, quando la indirizzi da una parte lei deve andare da quella parte. Come i cuccioli la mente è vivace sempre attiva, non vuole fare ciò che tu le dici, ma tu, come un padrone paziente e ricolmo d’amore la devi ammaestrate. Condurla dove vuoi tu andare e non farti trascinare. Sei tu che reggi il guinzaglio. Tu decidi l’andatura e la direzione, anche dove e quanto fermarti. Nel libro viene descritta la vera natura della mente ci sono anche esempi di come poterla addestrare. Se conosci ciò che ti trovi davanti hai già le risorse per poterlo affrontare. Basta solo pazienza, amore e disciplina.

Buona lettura e namasté. 

 

Swami Veda Bharati, “Un cane di nome mente. Yoga e filosofia indiana per la pace interiore”. 

Mimesis editore. Collana Verso l’Himalaya.