Kundalini: t’amo e t’odio.

Kundalini. La mia nemesi, la mia kryptonite. Io i Chakra proprio non li capisco! Li ho sempre associati a talismani, tarocchi, lettura dei fondi di caffè. Poi vedo in mano al mio maestro questo libricino. 

Di primo acchito ho reagito come un vampiro davanti ad una succulenta treccia d’aglio. Ho storto il naso. Tutte le reticenze, i pregiudizi sono emersi e hanno invaso ogni centimetro del mio cervello intasando tutte le sinapsi e mandando in tilt i centri neuronali.

Ok Silvia tranquilla! Inspira ed espira. Il libro è scritto da Swami Veda Barathi il maestro, del maestro, del tuo maestro. Tutta la tua pratica in qualche modo ha origine da lui, per cui ho iniziato a leggerlo. Wow! Che meraviglia! Un universo si è spiegato davanti a me parola dopo parola, virgola dopo virgola, paragrafo dopo paragrafo.

Secondo lo Yoga la kundalini è la forza della vita in noi, è l’energia che accende i pensieri, che genera il ritmo del respiro, che modella il corpo e gli consente di muoversi. Emozioni, sensi, azioni: ogni cosa discende dalla vibrazione della kundalini che è la nostra vera origine, un luogo di pace e silenzio in cui è celato il segreto di una vita piena.

Non è stata una lettura semplice, molte cose rimangono sospese, indefinite, annebbiate, ma, grazie a questo libro, ho trovato un seme, una piccola scintilla che, probabilmente, porterò nella mia pratica quotidiana dentro e fuori il tappetino.

Buona lettura e namastè. 

 

Swami Veda Bharati, “Kundalini. La potenza del risveglio spirituale”. 

Mimesis editore. Collana Verso l’Himalaya.