Letture sul tappetino

Non sono una letterata. Non sono laureata in Lettere, sono soltanto una lettrice bulimica sin dalla tenera età di 10 anni. Le mie letture spaziano dal fantasy, ai romanzi impegnati fino al fumetto con una lunga incursione nella letteratura indiana classica e contemporanea.​

Devo confessare, però, di aver letto pochissimi libri gialli e thriller. Non riesco proprio a digerirli! C’è  chi è intollerante al latte chi ai peperoni, io anche ai libri gialli e per questo non mi posso considerare una lettrice con la “l” maiuscola. Non sono neanche fedele ad un unico autore, ecco perché mi sono presentata come lettrice bulimica. Vi ho detto che pratico e insegno yoga? Alla chiamata del mio maestro che mi ha proposto di tenere questa rubrica non ho potuto che rispondere: ma certo! (anche perché, come ogni bravo maestro dedito alla disciplina, il NO non era contemplato!). Non userò paroloni, dissertazioni filosofiche, marketing spinto, messaggi subliminali o riti voodoo per costringervi a leggere questo o quest’altro libro. Scriverò solo quello che i libri mi hanno comunicato. Vi parlerò  come parlo agli amici davanti ad una tazza di tè quando mi chiedono: che libro stai leggendo?

Con tutta la passione e l’amore per questa disciplina e per la lettura tenterò di incuriosirvi, di farvi venire l’acquolina in bocca e magari, chissà, vi verrà anche voglia di parlarne insieme davanti a quella famosa tazza di tè dopo aver praticato.

Namasté